giovedì 18 gennaio 2018

Workout e corsa: l'avventura continua

Lunedì ero un pochino esaurita visto che nel weekend si è ammalata pure Sofia e il papà è passato dalle coliche a coliche + influenza.
Ma quando si sono messi tutti a dormire ho deciso di farmi violenza, andare di sotto e provare a vedere se c'era un qualche workout che poteva piacermi.
Mi sono imbattuta in:
Allenamento total body con pesetti, hitt e addominali, per un totale di 51 minuti.

e niente, mi è piaciuto un sacco, abbastanza intenso e soprattutto piacevole proprio perché a 10 secondi dalla fine dell'esercizio in esecuzione, viene mostrata un'anteprima dell'esercizio successivo, ganzo no?

Dopodiché martedì mattina sono stata a casa dal lavoro perché dovevo portare Ilaria ad una visita all'ospedale a Fano e, appena arrivata a casa dei miei, mi sono vestita e son partita per un'oretta di corsa supervisionata da mio babbo in bici (perché non potevo permettermi di impiegarci più di un'ora altrimenti non sarei arrivata in tempo alla visita).
E niente... tempo record che credo non uguaglierò mai più per un bel pezzo:


In pratica, se tutto ha funzionato a dovere (perché mica ci credo!) ho tenuto una media per km inferiore ai 5 minuti. Probabilmente merito di mio padre che biciclettava costante, insomma alla fine ero troppo fiera.

Il giorno seguente, ieri, le mie gambe ne hanno un po' risentito, doloretti qua e là, soprattutto le cosce dietro, però non ho gettato la spugna e la sera mi sono dedicata ad un nuovo workout:
Ninja workout


Non paga, ho aggiunto anche un allenamento da 15 minuti per gli addominali: morta!

Il programma di oggi prevede la corsa sul tapis roulant, vorrei provare a tenere gli 11,2 e poi aumentare a metà sessione, vedremo.. non so nemmeno se riuscirò a salire sul tappeto vista la situazione familiare di queste settimane..
Intanto ho dato un'occhiata a questo imp trainer e mi garba, sto pensando di spendere 49 euro per l'abbonamento annuale, se ne buttano tanti di soldi, sia mai che funzioni e mi rimetta in sesto dimagrendo e tonificando... però ci rifletterò un pochino, perché fino ad ora ho fatto abbastanza bene anche senza tra l'altro non sono schede personalizzate.


lunedì 15 gennaio 2018

Week end infernale

Questo fine settimana è stato un pochetto infernale, non il peggiore che conosco ma quasi.
Sabato mattina, con il fatto che i miei venivano a trovare le bimbe per consegnare loro una befana tradiva, avevo programmato di andare a correre subito, invece tra le lavatrici da fare, i letti da cambiare, le bimbe da vestire, le colazioni da preparare e soprattutto i cellulari da configurare, sono riuscita a partire alle 9.30.
Piccola digressione: ricordate lo schermo che avevo cambiato al samsung s4 che poi ho "venduto" a mia mamma? Bene, aveva iniziato a perdere colpi e il cinese tuttofare della città aveva candidamente detto a mia mamma che gli schermi cinesi più di due anni non durano! Questo significa che ho investito 56 euro per niente, che forse se acquistavo questo, avrebbe potuto tirare di più, ma ormai la zuppa è fatta e soprattutto ci sta salutando anche la batteria.
Tutto è tornato utile, venerdì gli ho inizializzato il nuovo telefono: Samsung J5 2017
telefono che devo ammettere mi ha stupito e non poco sia per la scocca completamente in alluminio, sia per la velocità di risposta
Mia mamma mi ha lasciato il vecchio S4 che, dal nuovo acquisto sembra essere tornato a funzionare, così potrò mandare in assistenza il mio s7 edge per riparare lo schermo.

Dunque dicevamo.. sono partita per correre, ho provato per la seconda volta i pantaloni compressivi, fidandomi ho pure preso una taglia in meno, ma non era assolutamente necessario.
Ho letto che sono utili per permettere al muscolo di non "disperdere" lo sforzo muscolare e devo ammettere che ho tenuto proprio una gran media e sono fiera di me!
Come si vede (si vede?) dalla mia foto, ha dei disegni sul lato che in realtà comprimono polpaccio e coscia e aiutano nello sforzo. Prima di lanciarmi a spada tratta dicendo che migliorano le prestazioni, aspetterei un altro paio di uscite. Intanto già il fatto che sia riuscita a mantenere la stessa velocità che imposto sul tapis roulant, mi riempie di gioia!

Da sabato pomeriggio in poi è stata una escalation di sfortune.
Ho perso la conad card (che stamattina ho ritrovato), Marco è tornato alle prese con le coliche più forti che mai, infine Ila e Sofi con la febbre che ci hanno relegato a casa fino a domenica sera.
Non mi lamento però.. perché ho potuto fare tutte le faccende che faccio di solito ma con più calma.
Il problema sono state le ultime due notti che non abbiamo dormito nulla perché le pupine sono stra piene di muco e faticano a respirare ma soprattutto tossiscono in continuazione.
L'unica palla è il fatto che ora debbo organizzarmi con nonni e baby sitter e soprattutto un po' di dispiacere perché martedì, approfittando della visita di Ila all'ospedale di Fano, speravo di poter passare del tempo esclusivo con lei; tempo che avrei poi ritagliato anche per Sofia il giorno 22 approfittando di una mia visita medica, invece essendo a casa entrambe non mi sarà possibile.


venerdì 12 gennaio 2018

The Ordinary: new arrival

Ieri sera è arrivato un pacchettino bellino bellino dalla Deciem: sono forti eh! La roba arriva in men che non si dica.

Ci sono dei prodotti che devo dare a mio babbo perché, dopo che ho fatto il regalo di Natale alla mami, lui si sentiva in difetto e voleva partecipare alla gioia di bocce e boccettine, manco giocassimo al piccolo chimico.

The Ordinary non vende creme fatte e finite, ma vende gli attivi e cioè quei componenti che lavorano sul viso di cui sono fatte le creme (es. crema antirughe al retinolo: ecco loro ti vendono solo il retinolo senza troppi fronzoli).
All'inizio non è semplice perché, a parte una piccola guida e poche e utili regole, non ti dicono nulla di più. Il resto devi farlo tu con ricerche su internet, recensioni e vlog.
Il packaging è molto attento infatti, per proteggere le boccette, utilizzano anche il bocciolato.
La mia routine si è incrementata di due prodotti, ma rimane comunque ancora piuttosto semplice in attesa della Vitamina C che complicherà le cose.

MATTINA
Pulizia
Tonico
Buffet, Acido Ialuronico
Argireline solution (occhi e fronte soltanto)
euk 134 0.1%
Miraculous cream Garnier

SERA
Pulizia
Maschera idratante
Tonico
Massaggio contorno occhi
Buffet
argireline solution (occhi e fronte soltanto)
euk 134 (no la sera che uso l'acido)
Retinoide o acido lipoico (a sere alterne)

Come dicevo sono in attesa della vitamina C, del suo boost e della maschera esfoliante!
Questa la mia faccia tipo bimba alle prese con lo scartare i regali di Natale!

Ah cavolo, dimenticavo!
Anche ieri sera, complice il sonno precoce delle mie pupe, sono andata a correre presto e con meno patema d'animo. Ho fatto 13 km in 1 ora e 8 minuti, tenendo una media di 5.18 al km, ho provato a fare un esperimento: il primo km a 11 km/h poi il km 2 a 11.1 il km 3 e 4 a 11.2, il km 5 e 6 a 11.3, il km 7, 8 e 9 a 11.4, il km 10, 11 e 12 a 11.5 e il km 13 a 12 km/h.
Alla fine mi sono sentita da Dio!


mercoledì 10 gennaio 2018

Routine giornaliera

E' ricominciato il lavoro, quindi la routine giornaliera, in un certo senso ho tirato un sospiro di sollievo, non tanto per le bimbe perché stanno incominciando ad essere brave, del resto stanno crescendo!
Il sospiro di sollievo è perché so che posso contare su una certa routine che non esiste, invece, sotto le ferie.
Ieri, per esempio, tornata dal lavoro visto che una bimba dormiva e l'altra era praticamente un angelo, ho deciso di fare l'ennesima crostata che poi alla fine sono diventate due: una alla marmellata all'albicocca, una alla fragola e una manciata di biscotti.
Ho svegliato la Ila, abbiamo giocato un po' insieme e, al sopraggiungere della fame sono andata a cucinare la loro adorata pasta in bianco, anziché starmene in panciolle, ho anche pensato di fare un sugo rivisitato alla verdure.
Dovevo smaltire un po' di buste nel congelatore e così ho tirato fuori il mio bimby e ho messo i cuori di carciofo nel cestello mentre nel varoma ho messo piselli e asparagi, a parte avevo melanzane e zucchine già cotte. Ho semi cotto al vapore la roba non cotta e poi ho messo tutto insieme in padella con un po' d'olio, di vino e di sale.
L'ho lasciato andare e mi sono seduta a mangiare insieme alle bimbe (cioè io guardavo e loro mangiavano).
Quando è tornato Marco ne ho approfittato per piazzarmi nuovamente dietro i fornelli aggiustando un po' il sugo e sistemando il casino di crostate e attrezzi vari. Poi ho preparato anche la nostra cena.
Abbiamo mangiato e, mentre Marco si è fiondato a leggere libri alle bimbe sul divano, io ho sparecchiato e pulito per poi raggiungerli.
Sofia si è addormentata tra le mie braccia istantaneamente, mentre Ilaria che aveva già dormito non ne voleva sapere e così l'ho salutata, l'ho riempita di baci, le ho dato la buona notte e sono andata a fare la prima corsa del 2018.
Uno di questi giorni, visto che sono in vena di recensioni, vorrei pure parlarvi di due pantaloni che utilizzo per correre: il primo è di tipo compressivo e il secondo shape booster anticellulite, entrambi comprati al Decathlon.
Ho fatto la doccia ed ho utilizzato il regalo della suocera, un kit completo shampoo, conditioner e olio per i capelli della Wella, anche se avevo raggiunto il mio equilibrio utilizzando uno shampoo della Biopoint, un balsamo super naturale della InSight e l'olio della Nashi Argan, vi farò sapere anche dei prodotti Wella, dal primo utilizzo non si può giudicare anche perché voglio anche vedere come diventano i capelli dopo due giorni

A proposito, ho bisogno di trovare qualcosa che mi conti i km, al momento utilizzo mi fit and notify che funziona bene anche sul tapis roulant solo perché ho settato un passo accettabile, ma non ha la statistica mensile (per esempio). Una volta utilizzavo sia mi fit and notify sia polar beat, ma non credo che gli faccia benissimo al cellulare avere tutte quelle app sanguisughe aperte.
Suggerimenti? (Senza dover comprare altro perché se no a casa, giustamente, mi menano!!)


martedì 9 gennaio 2018

Nivea notte pelli sensibili (par condicio)

Visto che ieri mi sono lanciata con la recensione della crema giorno, oggi vado di crema notte e più specificatamente della Nivea Sensitive crema notte.

Questa non ha particolari premesse a parte l'idratazione, cosa che manca tantissimo su tutto il mio corpo. L'ho comprata soltanto perché, anche in questa, non è necessario immergere le dita nel barattolino per prelevarne la quantità necessaria.
Devo ammettere che è piaciuta un sacco da subito.
Ha una consistenza densa.
E quando la si spalma un pochino sembra quasi lattiginosa, morbida..
Spalmata dà una sensazione piacevolissima e idratante, ci impiega un po' ad assorbirsi, non è come la Garnier, ma poi quando si assorbe è impercettibile e soprattutto non ha odore. Io la adoro.
Chiaramente a Inci non ho la più pallida idea di come è messa, come del resto tutte le altre creme che ho acquistato anzi vi dirò di più, sto aspettando che la sospensione di vita C al 30% in silicone torni in sotck, silicone tanto odiato dai bio/green.

Ah ieri ho provato anche la maschera idratante Hydrabomb della Garnier, devo ammettere che non mi è piaciuta affatto.
A parte che appena l'ho tirata fuori era piega a metà e appena ho provato a stenderla, con la parte blu fuori (come descritto), metà parte blu è rimasta attaccata all'altra, e la maschera risultava tutta rattrappita. Sono riuscita a distenderla comunque per il meglio e applicarla.
Una grossa quantità di siero è rimasto nell'involucro ma ce n'era a sufficienza anche sulla maschera ed ho anche provveduto a spalmarne un po' sul collo.
L'ho tenuta poco più di 15 minuti come suggerito, ho rimosso il tessuto e gettato.
Ho provato a rimuovere l'eccesso con un cotone come suggerito, ma nonostante ne abbia utilizzati due puliti per rimuovere il rimovibile, sentivo la pelle bagnata quasi gelatinosa.
Insomma per me non è adatta da utilizzarsi senza poi risciacquare in qualche maniera! Io ho rimosso con il mio fidato tonico e via!
#skincare

lunedì 8 gennaio 2018

Mirabilandia e le befane

Abbiamo concluso queste feste con una capatina a Mirabilandia che era aperta in forma ridotta proprio per le feste natalizie.


E' stato bellissimo, le bimbe dicevano in continuazione che erano emozionate, noi fingevamo di aver paura delle attrazioni e loro ci tenevano per mano.
Abbiamo anche incontrato la befana! Sulle prime erano timorose, ma quando hanno visto che regalava i dolcetti si sono lanciate più e più volte!

Ci siamo divertiti tanto anche noi, ci siamo dedicati solo a loro e ci siamo persino fermati a dormire nei pressi di Lido di Savio in un hotel carinissimo Koko hotel senza spendere quasi nulla (62 euro a notte per camera!!!)
Il giorno dopo siamo ritornati, ma solo dopo esserci fermati a pranzo nei pressi di Milano Marittima.
Abbiamo anche incontrato la fatina del bosco che ci piaceva un sacco e non volevamo mai staccarci da lei, dalle sue ali, dal suo vestito scintillante, la sua corona... pure il papà sarebbe voluto fuggire per boschi con lei!
Ci siamo sorpresi molto del fatto che si lanciavano in giochi che una volta non avrebbero mai voluto nemmeno vedere, erano timorose di tutto, ora invece sembrano buttarsi, addirittura sono andate nel trenino da sole, anche se poi Ilaria mi ha confessato di aver pianto perché non ci vedeva più.

Miraculous cream Garnier e frivolezze

Non vengo sponsorizzata, aihme, per fare queste recensioni, le faccio solo perché una volta che provo una cosa, mi va di condividere con chi legge con me il blog, magari può aiutare, magari può annoiare.
Ho comprato la Miracle Cream della Garnier scegliendo tra quelle disponibili che avevo sotto mano al supermercato che avessero una protezione solare, a me interessava soltanto quello visto che a breve voglio integrare la skincare routine con la vitamina C alla mattina.
Intanto mi ispirava il packaging, in secondo luogo mi garbava assai di non dover prelevare la crema con le dita all'interno di un barattolo e poi anche il fatto che millantava l'effetto anti-age, oltre a quanto detto sopra e cioè un fattore di protezione solare 20.
Devo ammettere che ho dovuto prendere le misure con questa crema perché, anche leggendo per bene la scatolina, non avevo capito che era leggermente colorante e, onestamente, se lo avessi letto, non l'avrei presa perché non stavo cercando una simil BB cream, ma una crema normalissima.
Ora che ho preso le misure, invece, devo ammettere che non mi dispiace.

Le prime applicazioni sono state disastrose, mio moroso che non ha idea di cosa mi spalmi sulla faccia, più di una volta mi ha detto che sembrava che avessi dello stucco in faccia a chiazze (sempre molto delicato) o che avevo l'effetto bambola di porcellana (in senso dispregiativo).
La crema quando esce dal tubetto è bianca.
Le prime volte me la prendevo e me la spalmavo così e forse l'errore è stato quello nel mio caso.. ad una prima "smuscinata" con le ditam si notano le microsfere
Ma non mi piace applicarla neppure in questo stato perché non riesco ad omogeneizzarla e così la "smuscino" ancora un po' per rompere le microsfere e ottenere
Procedo alla stesura guardandomi attentamente allo specchio per non lasciare aloni di colore in particolare vicino alle sopracciglia.
Un'altra piccola nota che stona su questa crema è che un tantino troppo "illuminante" del tipo che se hai qualche difettuccio, magari delle piccole cicatrici date dall'acne giovanile o qualche imperfezione, ci si potrebbe non trovare a proprio agio.
Il risultato finale, comunque, è questo:
Ah poi vorrei farvi notare l'effetto che ha l'umidità sui miei capelli, sembro quasi sotto messa impiega!

#skincare