lunedì 19 giugno 2017

Via l'effetto crespo

Ho avuto un matrimonio poco fa, ho deciso, quindi, di unire l'utile al dilettevole.
La mia frequentazione col parrucchiere è un po' ostile, non ho tanto tempo da dedicargli perciò, finché non faranno capolino i capelli bianchi, ci vado lo stretto necessario, ergo: una volta ogni sei mesi o, se proprio devo, alle feste comandate.
Per il matrimonio ho deciso di rinnovare le meches fatte col pettine non alla radice, in pratica una sorta di shatush più naturale e di fare il trattamento anti-crespo.
Questo trattamento lo conoscevo come cheratina, in realtà mi ha detto che non si usa più ma si fa una cosa un po' più soft per il capello.
Mi sono armata di pazienza e sono stata "sotto i ferri" dalle 9 alle 11.30 circa.
All'uscita avevo una testa liscissima.
Il problema è che alla prima lavata (anche alla seconda direi) i capelli puzzavano come non mai, una roba misto uovo marcio zolfo e, leggendo qua e là, ho letto che è il tipico odore del trattamento alla cheratina.
In realtà l'unica cosa che, invece, hanno subito i miei cappelli, dopo lo shampoo, è stata quella di stare in posa con una cuffietta per la doccia dopo aver applicato un prodotto su tutti i capelli, una volta risciacquato, mi è stata fatta la piastra e stop.
Dunque ho dedotto che non era cheratina visto che consta di più passaggi.
Fatto sta che a me non sembra cambiato nulla, anche se chi mi ha visto dice che i capelli sembrano diversi, ma non so se me lo hanno detto per "gentilezza" dopo che gli ho detto quanto ho speso oppure se veramente si nota qualcosa; in effetti i ciuffetti spezzati che si arruffavano dove c'è la riga non si vedono più, e i capelli in generale sembrano più pesanti, ma per il resto bo.
Magari mi accorgerò della differenza quando sarà passato l'effetto.
Al momento non so se lo rifarei...

martedì 13 giugno 2017

Frenesia

Respiro, apnea, respiro, apnea, respiro, apnea....
Al lavoro si riesce ancora a scherzare ma poco, c'è da lavorare e filare dritto e poi.. ce ne sarebbero da dire ma non è il luogo adatto.
A casa sono alla disperata ricerca di una baby sitter, di quella che avevamo alla fine ce ne eravamo innamorati ma ha avuto un problema per il quale, non credo sia più compatibile con quel che faceva.
E' passata a trovarci sabato, ha passato tutto il pomeriggio con noi, ci manca, alle bimbe in particolare e tutte quelle che sto sentendo non hanno il trasporto affettivo che aveva lei.
Alla fine forse il mio istinto non aveva sbagliato in toto.

Siamo stati in Sardegna, una settimana stupenda in un villaggio a Castiadas, finalmente le bimbe si sono divertite appieno, avevano le loro amiche ed io riuscivo perfino a star sdraiata sul lettino per più di mezz'ora. 
Vacanza splendida.

Adesso sto aspettando agosto, vivo nell'attesa, non va bene, inizia a starmi stretto qualcosa.

lunedì 15 maggio 2017

Compleanno 2017

Al lavoro non ho più tempo nemmeno per respirare e lo si vede dalla frequenza dei miei post.
Volevo comunque organizzare un bel compleanno per le mie pupe, è già stato difficile trovare il tema ma alla fine a due settimane dal tutto ci siamo decise per i pjmasks.
Ho iniziato a cercare un po' di idee e alla fine ho delineato un po' lo schema.
Alla fine ne è uscita una bella cosa.
Ci ho lavorato di sera in due settimane ed ho messo sotto anche mia mamma, in particolare per le maschere.
Prima di tutto l'invito:
Sempre a tema pjmasks, sfiga vuole che una volta spediti a tutti via whatsapp, qualche giorno dopo abbiamo scoperto che in quel parco facevano una festa della parrocchia e quindi ho dovuto cambiare location.
Poi ho pensato di donare, ai bimbi che veniva a festeggiare, maschere e braccialetti dei pjmasks ovviamente a costo quasi zero, quindi abbiamo stampato, ritagliato e creato maschere e bracciali per tutti:
Purtroppo le maschere non le ho fotografate mannaggia. Tra l'altro sono opera di mia mamma!
Per il rinfresco, volevo qualcosa sempre a tema, senza fare "troppo" e così mi sono fatta stampare dei bollini che ho utilizzato per il fondo delle coppette per le fragole e per applicare a degli stecchini da mettere sulle pizze.




















Ho voluto pensare anche alle bottiglie, rendendole meno anonime e sempre inerenti al tema:
Infine, ho pensato di comprare un piccolo pensiero da regalare ai partecipanti del compleanno e siccome sono patita di aliexpress, con meno di 20 euro ho comprato omaggi per tutti quanti che poi ho personalizzato con un'etichetta adesiva con la scritta thank you.
I biberon per le femmine e gli ovetti per i maschi, anche se poi ho fatto scegliere ai bimbi, quindi erano liberi di prendere ciò che volevano. Sono dei contenitori con dentro delle gommine carinissime, sono dei numeri a forma di animali nel biberon e dei dinosauri in quello a forma di uovo.
E poi la festa è iniziata:


Ovviamente c'era pizza, dolci e tanto altro, di mio ho solamente fatto degli involtini di pasta sfoglia coi wurstel e delle palline di cacao e cocco, mia suocera una ciambella e mia mamma pure, per il resto abbiamo comprato tutto.
E niente è stata una bella giornata che è iniziata alle 14 ed è finita alle 21 come i veri vip!!


venerdì 21 aprile 2017

Ponti e vacanze

Ridendo e scherzando siamo arrivati a metà aprile.
Questa settimana ho ripreso a lavorare mercoledì con grande fatica.
Pasqua l'abbiamo passata a casa dei miei, hanno fatto il mondo da mangiare, anche se poi gran parte della roba è rimasta lì.
Il lunedì di Pasqua, invece, ce lo siamo goduti con gli amici. Inizialmente avevamo in programma un aperitivo cena per il compleanno di mio zio ma, alla fine non se n'è fatto niente.
Le bimbe si sono divertite, avevano due amichette e la giornata è volata.
La sera sono rimaste a dormire dai suoceri e noi siamo andati allo "Street Füd" di Cattolica.
Martedì mattina, invece, ho lasciato le bimbe ai miei per andare a trovare un'amica che aveva partorito da poco.
E abbiamo mangiato tanto, troppo.. ho la pancia che sta lievitando e, a parte subire la cosa, non riesco a fare altrimenti perché, nonostante i buoni propositi, alle 21, quando posso iniziare a pensare di far qualcosa, questi muoiono.
Il 24 l'asilo sarà aperto, mentre io non lavorerò, mi stavo giusto pregustando un giretto nel nuovo H&M aperto a Pesaro, ma già stamattina mio moroso ha iniziato a far ipotesi per andarcene per quel ponte: voglia zero!
Io vorrei staccare e basta, prendere la bici e andarmi a fare un giro per il centro città. Per andare a spasso se ne può riparlare il primo maggio o addirittura dal 24 al 31 visto che andremo in Sardegna, che bisogno c'è di togliermi il gusto di avere una mezza giornata tutta per me?
Che palle!

lunedì 3 aprile 2017

Un sacco di aggiornamenti di primavera

Alla fine per il mio compleanno non siamo riusciti ad andare a mangiare fuori e così il buono di tippest è scaduto ed abbiamo cestinato 40 euro. A me piange il cuore, ma sono quegli acquisti fatti senza un motivo, non ci aveva colpito particolarmente quel posto, o per lo meno, il cibo sì, ma il fatto che eravamo soli, ci aveva un po' spiazzati, perciò quando Marco l'ha comprato mi ha fatto strano.
Ho comunque ricevuto una sorpresa all'uscita del lavoro con un aperitivo inaspettato con bimbe al seguito e baby sitter, poi pensierini a destra e manca dai colleghi e un bellissimo pensiero in particolare da uno di loro.
Per poi concludere il tutto con la torta alle otto di sera.
 Sabato, invece, durante un giretto con le pupe in centro a cattolica, abbiamo fatto un incontro inaspettato: il moroso della Sofia. Ci ha confessato che lui è il principe e lei la principessa e Ilaria, per non essere da meno, ha detto che il suo moroso si chiama Giulia e che lei è Elsa, mentre Giulia è Anna.
Così va la vita del resto..

Quando abbiamo incontrato Sebastian, Sofi e Ila hanno iniziato a dargli da dire, inizialmente lui era un po' timoroso, poi hanno preso a girare intorno alla fontana di Cattolica e, effettivamente, c'era un po' più di riguardo nei confronti di Sofia con tanto di gelosia da parte di Ilaria, risolta con una passeggiata mano nella mano tutto insieme.
Domenica, invece, abbiamo avuto il battesimo del piccolino di casa: Nicolas. A parte l'arrivo in chiesa con quasi mezz'ora di ritardo, per il resto è filato tutto liscio.
Le pupe sembravano due principesse
e hanno richiesto espressamente smalto come la mamma e rossetto (che la mamma non aveva).
Finalmente hanno potuto incontrare nuovamente le loro cugine di Senigallia e noi, abbiamo avuto due baby sitter gratis praticamente... :D
Stanno diventando sempre più brave...
E la giornata si è conclusa che, mentre il papà era in giro a far aperitivo, la mamma e le pupe erano a giagia sul divano e, intorno alle 19.30 eravamo tutte pronte a dormire.
Ilaria non si è più svegliata fino al mattino, mentre Sofia ha preferito andare a dormire un po' più tardi ma non troppo.
Avevamo tolto il pannolino per la notte, con Sofia procediamo spediti a parte un piccolo incidente a Bagno di Romagna, con Ilaria, abbiamo avuto un incidente domenica mattina e così, essendo che si è addormentata prestissimo, ero più sicura mettendoglielo, non so se ho fatto bene perché questa mattina non era pieno, però una pipì c'era...

lunedì 20 marzo 2017

Sul Catria

Volevo avere un po' di tempo per raccontare il nostro week-end sulla neve, da quando abbiamo scoperto il monte Catri e il suo rifugio, cerchiamo di andarci almeno una volta all'anno.
Ho la casa in Carpegna e il tutto potrebbe essere a spesa zero, ma sul Catria c'è il Kinderland e, cosa non scontata, un rifugio gestito da persone favolose, che ci coccolano come pochi.
Già dal primo giorno, siccome non ci garbava molto scivolare con le ciambelle perché avevamo una paura fottuta, ci siamo messe in opera per fare il pupazzo di neve annuale.
Qua sotto il papà fa e le pupe dirigono.

Il pomeriggio è trascorso velocemente e, quando tutti quelli che dovevano andare via se ne sono andati, hanno chiusi gli impianti e siamo rimasti in pochissimi: eravamo in dieci più i due gestori.
Una coppia di fidanzati, noi e un'altra famiglia composta da quattro persone di cui due bimbi.
Alla fine in pu-pazzo di neve è uscito fuori:



Per noi è stata una pacchia perché la loro bambina più grande ha preso a simpatia Ilaria e Sofia e hanno giocato insieme tutta la sera fino a cadere svenuti.
La mattina ci ha atteso una bella sorpresa: prima che riaprissero l'impianto, il gestore ci ha fatto fare un bellissimo giro con la motoslitta, le bimbe erano esaltate ma il papà molto di più!


Ne approfitto, anche se non centra nulla, per mettere il video della mia pupa che finge di leggere la poesia per la festa del papà: ha commosso tutti quanti!!

Niente ho capito che il video non si vede, ma la pupa racconta una poesia al papà ed è simpaticissima perché fa finta di leggerla col ditino su un foglio!



mercoledì 15 marzo 2017

Cacca time #win

E' con somma gioia che vi annuncio che Sofia ha preso a fare la cacca sul water.
Non si sa né come né perché ma un giorno che, per sbaglio, moroso è tornato a casa dal lavoro, Sofia gli ha detto "papà ho fatto la cacca nel pannolino, ma non ho finito e voglio farla nel bagno".
Marco l'ha presa, messa sul water e.. tac!
Soddisfazione.
Ha voluto chiamarmi.
Ero in riunione e così abbiamo condiviso in real-time tutti la mia gioia perché avevo il pc collegato e proiettate e dopo che moroso mi ha scritto su Telegram (riportato tutto su app per desktop) la cosa con tanto di immagini, ci siamo fatti una risata e ripresa la riunione.
Pensavo fosse un caso sporadico come sempre, ogni tanto queste alzate di ingegno Sofia le ha.
Invece no, ha replicato la cacca con la baby sitter e poi con me.
Non solo, ma oggi la maestra mi ha detto che dopo un po' di ripensamenti del tipo "voglio il bagno di casa mia", l'ha fatta pure all'asilo!
Speriamo si vada spediti così.
Intanto anche di notte Sofia continua ad essere bravissima, niente pipì, mentre Ilaria è in netto miglioramento.
Diciamo che superato questo problema qua, ci rimane solo quello di togliere il biberon.